Torta caprese dal quaderno di famiglia

Torta caprese

I ringraziamenti per questa ricetta vanno fatti a Lina Fabiano che gentilmente ci ha concesso, direttamente dal suo ricettario, la prova vivente degli antichi sapori, la ricetta originale della Torta Caprese.

Torta Caprese
Il ricettario, come si usava una volta, ma ancora oggi utilissimo più di qualsiasi consiglio.

Ingredienti

  • 200 gr di margarina;
  • 300 gr di zucchero;
  • 300 gr di mandorle;
  • 200 gr di cioccolato fondente;
  • 3 cucchiai di cacao amaro;
  • 6 uova.

Preparazione

caprese

Tritare le mandorle e il cioccolato e riporre da parte. Dividere le uova, il bianco in una ciotola e i tuorli in un’altra, unire i rossi d’uovo allo zucchero e mescolare fino ad ottenere un composto cremoso, al quale andrete ad unire il burro continuando a mescolare.

Unire poi il cioccolato e le mandorle precedentemente tritate amalgamando ancora per qualche minuto.

Montare a neve i bianchi d’uovo e insieme al cacao incorporare al composto delle uova fino ad amalgamare il tutto.

Versare il contenuto su una teglia da crostata da 26 cm imburrata e infarinata. Cuocere per 40 minuti a 180° nel forno già a temperatura.

Quando la torta caprese sarà cotta, lasciarla raffreddare per almeno 2/3 ore e poi capovolgerla, la base diventerà la parte che nel forno si trova in alto a diretto contatto con la temperatura alta.

Cospargere di zucchero al velo e servire in tavola.

Torta caprese
Per i 25 anni di Sara, il 24 settembre 2016.

Una curiosità

Questa torta ha origini lontane ed è la copia napoletana della Sacher Torte, risale al periodo austriaco quando le principesse risiedevano a Napoli e chiedevano ai cuochi di fare la Sacher, ma non conoscendo le quantità e gli ingredienti sapevano solo spiegare com’era fatta e più o meno il gusto, e di conseguenza grazie alle principesse austriache ci ritroviamo, per sbaglio o per volere dei cuochi una delle migliori torte che ancora oggi i pasticceri producono a Napoli (da wikipedia).

Precedente Torta di mele con aroma di limone (o limoncello) Successivo Insalata russa in monoporzioni come antipasto