Il tempo per cuocere i ceci… e unirli alle tagliatelle

Tagliatelle e ceci



pasta e ceci

Pasta e ceci (in genere) in questo caso le tagliatelle buone comunque. Ma quanto tempo occorre per cuocere i ceci? Accettando i consigli della nonna, il risultato è stato perfetto! Un piatto di pasta e ceci buonissimo.

Il consiglio avuto è stato innanzitutto di cuocere un pacchetto da mezzo chilo dei nostri bei legumi, in modo da poter congelare tutti quelli in più ed averli già cotti la prossima volta. Perché vi chiederete, semplice ve lo spiego subito.

La prima cosa da fare, è mettere in ammollo i ceci almeno 24 ore prima, quindi versateli in una pentola riempitela di acqua tiepida e non fredda e aggiungete un cucchiaio raso di bicarbonato, mischiate per qualche secondo in modo da sciogliere un po’ il bicarbonato, coprite e lasciate fino al giorno seguente.

Passate le 24 ore, scolate e sciacquateli per bene (sempre con acqua tiepida) riempite la pentola e mettere a cuocere su fuoco non troppo forte, per almeno 2 ore.

Almeno 2 ore, questo è il motivo principale di cuocere tutto il mezzo chilo di legumi, e usare la quantità necessaria congelando tutto il resto.

ceci
Il pentolone contenente tutti i ceci.


La pentola non va coperta del tutto, quindi l’acqua tende ad evaporare e per questo motivo potrebbe essere necessario aggiungerne, se lo fate, aggiungete acqua calda e non fredda (blocca la cottura).

Ingredienti

  • Un pacchetto di ceci (usare circa 70 grammi a persona)
  • Uno spicchio d’aglio;
  • olio q.b.;
  • sale q.b.;
  • una manciata di prezzemolo.

Preparazione dopo le due ore di cottura

Una volta presa la quantità necessaria (vi consiglio in un piatto di schiacciare due o tre cucchiai di ceci e aggiungerli), versatela in una pentola e ricoprite di acqua, aggiungendo lo spicchio d’aglio, l’olio e il sale.

Quando bolle, calate la pasta e lasciate cuocere facendo evaporare un po’ l’acqua, se invece ce bisogno di acqua aggiungete sempre quella calda.

Quando sarà pronta, versate nei piatti e ricoprite con una manciata di prezzemolo.

Precedente Solite polpette? No! Lo buttiamo il pane raffermo? Prova questo Successivo Papaccelle napoletane ripiene