Una spremuta d’arancia per tanto benessere

Benefici di un succo d’arancia

succo d'arancia

Premesso che ogni giorno bevo una spremuta d’arancia mi sono chiesto, ma farà bene? E spulciando un po’ su internet ho avuto delle risposte molto convincenti.

Le arance sono una buona fonte di vitamine, contengono pochissimi grassi e molti minerali. Quelle rosse, sono le arance che fanno ancora più bene, sono addirittura in grado di curare gengiviti e stomatiti usando il loro succo per fare i gargarismi (da benessere.com).

A trarre il maggior beneficio è per primo lo stomaco e tutto l’apparato digerente. Il succo d’arancia può attenuare ulcere gastroduodenali (da viverepiusani.it) se bevuto tra i pasti senza essere accompagnato da altri cibi.

Elimina la maggior parte dei residui intestinali che portano malessere alla persona.

Sempre assunto tra i pasti (e sempre non accompagnato da altri cibi) aiuta il fegato evitando il gonfiore e la fermentazione di alimenti.

È in grado di impedire la formazione di calcoli renali.

La vitamina C contenuta è addirittura capace di regolare il livello di zucchero nel sangue, tanto che molti medici lo consigliano a persone che soffrono di diabete (e questo lo sapevo gi° avendo in famiglia soggetti diabetici).

È molto utile a chi è influenzato, visto che in casi del genere molti medici prescrivono vitamina C.

E ancora, aiuta a ritardare l’invecchiamento.

I valori nutrizionali dell’arancia parlano molto chiaro, zero proteine animali, una buona dose di carboidrati, tanto calcio e tanta vitamina C.

Quindi bere una buona spremuta d’arancia fa assolutamente bene, saper scegliere il tempo giusto e le arance migliori è ancora meglio .

Precedente Sbriciolata alle mandorle con marmellata di albicocca Successivo Muffin alle mandorle e mirtilli