Risotto radicchio trevigiano e taleggio

Radicchio e taleggio, il mix ideale per un buon risotto

Ingredienti per 4 persone

320 gr di riso; 25 gr di burro; 1 radicchio trevigiano allungato; 70 gr di taleggio; 1/2 L di brodo vegetale; 1/2 bicchiere di vino bianco; Parmigiano q.b.

Il radicchio trevigiano.
Il radicchio trevigiano.

Procedimento del risotto al radicchio trevigiano

radicchio

Tagliate il radicchio e lasciatelo per 15 minuti in acqua e amuchina alimentare poi risciaquatelo abbondantemente e ponetelo in uno scolapasta per far colare l’acqua in eccesso.

taleggio

Sciogliete il burro in una padella per far rosolare il riso. Sfumate con vino bianco e aggiungete il brodo vegetale (per la ricetta del brodo vegetale vedi la vellutata di spinaci con ricotta clicca qui)

A metà cottura del riso, aggiungete il radicchio e solo a fine cottura il taleggio.

Mantecare con una noce di burro ancora e con il parmigiano grattugiato.

servito

Servite caldo.

Perché il radicchio deve essere trevigiano?

Semplice, questo tipo di radicchio ha le sue radici nel corso dei secoli, ed è protetto da un consorzio che ne tutela la sua produzione e originalità. Ne esistono due tipi, Ne esistono due tipi, Precoce meno pregiato e Tardivo molto più pregiato per il suo processo di produzione. È usato nella preparazione di piatti di ogni specie che variano dai primi, ai secondi piatti ma anche nei dolci, sicuramente un prodotto DOC.

Precedente Filetti di platessa con patate al forno Successivo Tortini al cioccolato con cuore morbido