Orecchiette di pasta fresca fatte in casa

Orecchiette pugliesi fatte in casa la genuinità del buon mangiare

L’unità di misura per ottenere queste meravigliose orecchiette è nientemeno che: un semplice bicchiere di plastica.

Gli ingredienti per 4 persone

3 bicchieri di farina di grano duro; 1 bicchiere di farina di crusca (tritello); 2 bicchieri di acqua tiepida circa; la punta di un cucchiaino di sale.

Come procedere

Orecchiette

Mescolare le due farine e creare la classica forma di un vulcano.

Aggiungere man mano l’acqua e impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

Orecchiette
Il panetto ottenuto dopo aver impastato le farine con l’acqua.

Tagliare un pezzo di pasta e lavorarlo sulla spianatoia infarinata fino a trasformarlo in un filoncino spesso circa un centimetro.

Orecchiette

Tagliare il filoncino in pezzi di circa un cm anch’essi.

orecchiette04

Lavorate ogni singolo pezzo con la punta di un coltello, trascinandolo in modo da realizzare una sorta di conchiglia che poi con il dito pollice dell’altra mano andate a rigirare. Le vostre orecchiette sono pronte per essere utilizzate nella ricetta che più vi aggrada.

Orecchiette

Il consiglio che posso dare è di preparare le orecchiette la sera prima in modo che possano indurirsi durante la notte.

Nota

I piatti buoni si riconoscono dal sapore, ma si riconoscono anche dalla loro diffusione sul tutto il territorio nazionale, questo è uno dei piatti che fa onore al nostro paese, riconosciuto non solo in Italia ma in tutto il mondo. Le orecchiette trovano la loro origine, in Puglia ovviamente, verso la fine del medioevo, tra il XII e il XIII secolo e sono oggi il piatto tipico pugliese.

Precedente Tortini al cioccolato con cuore morbido Successivo Pizzarieddri o pizzarieddi leccesi (e orecchiette)